esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

SERBIA

 
governo: Repubblica
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: 10 novembre 2006
sistema giuridico: basato sul diritto civile
sistema legislativo: Assemblea Nazionale unicamerale
sistema giudiziario: Corte Costituzionale; Corte Suprema, corti d'appello, distrettuali e municipali
religione: 85% serbi-ortodossi, 3,2% musulmani, 5,5% cattolici, altro
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali

Sesto Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte eccetto che per atti commessi in tempo di guerra o nell’imminenza di una guerra

Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte in tutte le circostanze

Convenzione Europea per la Prevenzione della Tortura e dei Trattamenti e Punizioni Inumane e Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
La Serbia ha abolito la pena capitale per tutti i reati, il 26 febbraio 2002, sostituendola con 40 anni di carcere.
Il paese include anche la Provincia del Kossovo, attualmente sotto l’amministrazione delle Nazioni Unite che hanno abolito la pena di morte nella Provincia nel 1999. Il 4 febbraio 2003, dopo circa 75 anni, la Iugoslavia ha ufficialmente cessato di esistere quando il Parlamento ha votato per sostituire la federazione socialista, composta da sei membri, con lo stato composto dalla Repubblica di Serbia e dalla Repubblica di Montenegro. La storica decisione è stata ben accolta dall’Unione Europea che ha fatto pressione affinché Serbia e Montenegro restassero insieme. Il 21 maggio 2006, si è svolto un referendum in Montenegro che ha sancito la separazione della Repubblica montenegrina dalla Repubblica Serba.
Il 19 dicembre 2016, la Serbia ha nuovamente cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Europa