esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

BOSNIA-ERZEGOVINA

 
governo: repubblica democratica federale emergente
stato dei diritti civili e politici: Parzialmente libero
costituzione: in base agli accordi di Dayton del 14 dicembre 1995 la Federazione Musulmano-Croata e la Repubblica Serba hanno accettato una nuova costituzione ora in vigore
sistema giuridico: basato sul diritto civile
sistema legislativo: bicamerale, Assemblea Parlamentare composta da Camera dei Rappresentanti (Vijece Opcina) e Camera dei Popoli (Vijece Gradanstvo)
sistema giudiziario: Corte costituzionale, Corte di Stato, una Camera per i Crimini di Guerra aperta a marzo 2005
religione: 50.7% musulmani, 30.7% ortodossi, 15.2% cattolici, 14% altro
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali

Sesto Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte eccetto che per atti commessi in tempo di guerra o nell’imminenza di una guerra

Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte in tutte le circostanze

Convenzione Europea per la Prevenzione della Tortura e dei Trattamenti e Punizioni Inumane e Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
La Bosnia Erzegovina ha abolito la pena di morte per i crimini ordinari nel 1997.
Con la ratifica del Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea relativo all'abolizione della pena di morte in tutte le circostanze, avvenuta il 29 luglio 2003 e la cui entrata in vigore è avvenuta il 1° novembre 2003, la Bosnia si può considerare a tutti gli effetti un paese totalmente abolizionista.
Anche la Costituzione della Federazione della Bosnia Erzegovina non contempla la pena di morte, la quale è menzionata ancora nel Codice Penale per fatti commessi in tempo di guerra o in caso di imminente pericolo di guerra. Tuttavia il progetto di nuovo Codice Penale la esclude in ogni caso.
Il 19 dicembre 2016, come negli anni precedenti, la Bosnia-Erzegovina ha cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Europa