esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

SAMOA

 
governo: repubblica parlamentare
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: 1 gennaio 1962
sistema giuridico: si basa sulla common law inglese e su tradizioni locali; revisione giudiziaria degli atti legislativi in materia di diritti civili
sistema legislativo: monocamerale, Assemblea Legislativa (Fono)
sistema giudiziario: Corte Suprema, Corte d'Appello
religione: 34.8 congregazionalisti, 20% cattolici, 15% metodisti, altro
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
Il 21 gennaio 2004, con la firma del Capo dello Stato Susuga Malietoa Tanumafili II, è entrata in vigore la legge che abolisce la pena capitale, che era stata approvata a stragrande maggioranza dal parlamento di Samoa il 15 gennaio. La pena di morte non è stata mai messa in atto dall’indipendenza del paese, nel 1962. Benché i giudici abbiano da mezzo secolo continuato a emettere condanne a morte, queste sono state sempre commutate in ergastolo dal Capo dello Stato. L’ultima esecuzione effettuata a Samoa risale al 1952, quando un uomo fu impiccato per l’omicidio della moglie con un’ascia, quando il paese era ancora sotto il controllo neozelandese.
La Nuova Zelanda ha abolito la pena di morte nel 1961, ma quando Samoa ha raggiunto l’indipendenza l’anno successivo, ha mantenuto la vecchia legislazione neozelandese per i reati di omicidio e tradimento.
Il 20 dicembre 2012, Samoa ha cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Il 18 dicembre 2014, Samoa ha cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Il 19 dicembre 2016, Samoa ha votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ma non ha cosponsorizzato il testo.

 

Asia, Medio Oriente, Australia e Oceania