esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

NEPAL

 
governo: repubblica democratica federale
stato dei diritti civili e politici: Parzialmente libero
costituzione: 9 novembre 1990; una nuova costituzione ad interim è stata promulgata a gennaio 2007. Dal 2008 un’assemblea costituente appositamente eletta sta lavorando ad un nuovo testo costituzionale
sistema giuridico: si basa su principi Indù e sulla common law
sistema legislativo: Assemblea costituente unicamerale
sistema giudiziario: Corte Suprema, presidente nominato dal Re su raccomandazione del Consiglio Costituzionale e gli altri giudici su raccomandazione del Consiglio Giudiziario
religione: 80.6% indù, 10.6% buddisti, 4.2% musulmani, altro
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti


situazione:
La Costituzione del 1990, all’art. 12, afferma: “Non sarà mai emanata nessuna legge che preveda la pena di morte”.
L’ultima esecuzione è avvenuta nel 1979.
Il conflitto in corso tra i ribelli maoisti e le forze governative nepalesi si è trasformato in una crisi dei diritti umani e pone il futuro del paese a rischio. Da quando i guerriglieri filo-maoisti hanno lanciato la loro “guerra di popolo” nel 1996, oltre 8.000 persone sono state uccise, tra ribelli, forze di sicurezza e civili, 1.600 solo nel 2003. Dopo la sospensione dei negoziati di pace avvenuta nell'agosto 2003, si è registrata un'escalation di arresti arbitrari, “sparizioni”, esecuzioni extragiudiziali e torture da parte delle forze di sicurezza.
Il 19 dicembre 2016, il Nepal ha nuovamente votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Asia, Medio Oriente, Australia e Oceania