esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

AUSTRALIA

 
governo: democrazia parlamentare federale
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: 9 luglio 1900, in vigore dal 1 gennaio 1901
sistema giuridico: si basa sulla common law inglese
sistema legislativo: bicamerale, Senato e Camera dei Rappresentanti
sistema giudiziario: Alta Corte, giudici nominati dal governatore generale Alta Corte dell'Australia, ognuno dei 6 stati e 2 territori e le isole Norfolk hanno una corte Suprema. L'alta corte è l'ultimo tribunale d'appello delle corti territoriali.
religione: 26% cattolici; 21% anglicani; 21% altri cristiani; 1% minoranze (tra cui aborigeni)
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
L'Australia ha abolito la pena di morte per i delitti comuni nel 1984 e per i reati in tempo di guerra nel 1985. L'ultima persona giustiziata in Australia è stato Ronald Ryan, impiccato nel 1967 nello stato di Victoria per l'omicidio di un agente di custodia.
La legge sull'estradizione prevede che nessuno possa essere estradato nel caso di un'accusa punibile con la pena di morte a meno che il paese richiedente non dia garanzie che la pena di morte non sarà applicata.
L’11 marzo 2010, il Parlamento Federale Australiano ha approvato una legge che abolisce, in modo permanente, la pena di morte in qualunque stato o territorio del paese.
Il 19 dicembre 2016, l'Australia ha nuovamente cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Asia, Medio Oriente, Australia e Oceania