esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

MADAGASCAR

 
governo: repubblica
stato dei diritti civili e politici: Parzialmente libero
costituzione: una nuova costituzione è stata votata con referendum il 17 novembre 2010 e promulgata l’11 dicembre 2010
sistema giuridico: si basa sul diritto civile francese e sulla legge tradizionale
sistema legislativo: bicamerale, composto dall'Assemblea Nazionale e Senato
sistema giudiziario: Corte Suprema ed Alta Corte Costituzionale
religione: 52% credenze indigene, 41% cristiani, 7% mussulmani
metodi di esecuzione: plotone d'esecuzione
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-1958
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte) (solo firmato)


situazione:
In Madagascar sono reati capitali i crimini contro lo Stato e altri reati previsti dal Codice Penale. Comunque, nessuna esecuzione capitale è stata praticata nel Paese dall’indipendenza del 1960, quando la pena capitale è stata di fatto sostituita con altre forme di punizione. Le ultime esecuzioni sono state effettuate nel 1958 quando il Paese era ancora sotto il regime coloniale francese.
Andry Rajoelina è diventato Presidente del Madagascar dopo che nel marzo 2009 il due volte eletto Presidente Marc Ravalomanana ha trasferito il suo potere a un consiglio militare ed è fuggito in esilio. Il 21 marzo 2009, Rajoelina è stato ufficialmente dichiarato Presidente dell’Alta Autorità per la Transizione. Tuttavia, per la comunità internazionale, la sua legittimità era subordinata a elezioni libere e imparziali da tenere il più presto possibile.
Il 24 settembre 2012, a margine della 67ma Assemblea Generale delle Nazioni Unite in corso a New York, il Presidente del Madagascar Andry Rajoelina ha firmato il Secondo Protocollo Opzionale al Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici (ICCPR), per l’abolizione della pena di morte. Membri del Governo, inclusi il Ministro della Giustizia Christine Razanamahasoa e il Ministro degli Esteri Pierrot Jocelyn Rajaonarivelo, hanno partecipato alla cerimonia della firma.
Il 19 dicembre 2016, il Madagascar, come negli anni precedenti, ha votato a favore, senza però questa volta co-sponsorizzare il testo, della Risoluzione per la Moratoria sull’applicazione della pena capitale all’Assemblea Generale dell’Onu.

 

Africa